i n f o @ s c u o l a - s a n m a r t i n o . i t  | 0432 / 601 231

GITA A VILLA RUBINI

Giovedì 17 Ottobre tutta la scuola è andata a trovare Diletta a Villa Rubini a Spessa di Cividale.
E' stata una gita super speciale perchè i bambini hanno visto come si fa il vino.
Dopo una merenda buonissima con biscotti e succo d'uva, i bambini hanno preso le cassette e le forbici e sono amdati nelle vigne a raccogliere l'uva. Poi l'hanno messa in due catini e hanno schiacciato i grappoli con i piedi!!
Diletta ci ha poi fatto vedere che mettendo l'uva schiacciata nel tornio e girando forte veniva fuori il succo; che messo nelle botti si sarebbe poi trasformato in vino.
I bambini sono stati contentissimi di aver fatto quest'esperienza.
 
20191017 102808P1210371P1210416P1210446

E nelle onde che baraonde

"E nelle onde che baraonde...giocar da pazzi fra schizzi e spruzzi...mangiar gelati e caramelle...cercare stelle in mezzo al mar!"
Ed è così che si conclude il centro estivo della San Martino, un mese ricco di giochi e di attività divertenti!
Tutto lo staff della scuola augura una felice estate a tutti i nostri bimbi e alle loro famiglie!
Ci rivediamo a settembre, con nuove avventure da scoprire!
 
 
 ApiArte2
Arte3Arte4
Arte1Musica1
Musica2
Biscotti1
Biscotti2Palline2Palline1Pirati3Pirati2
Pupazzi2
Pupazzi4Piscinette0Piscinette1
Piscinette4
Piscinette2Piscinette5Piscinette6
IMG 20190726 134104

Il mondo delle api al centro estivo!

In queste settimane, presso la nostra scuola, si sta svolgendo il centro estivo.
Ogni giornata propone delle attività differenti e oggi, lunedì 8 luglio 2019, abbiamo ospitato un simpatico apicoltore con le sue numerose api.
Abbiamo potuto vedere le api operaie e l'ape regina, la loro casa speciale e abbiamo anche potuto toccare una farfalla imbalsamata e alcuni pezzi di propoli e favi differenti.
La mattinata è passata in un battibaleno e noi ci siamo proprio divertiti a scoprire questo magico mondo!
Ascolto
Casa
VedoApe reginaMaterialeToccareFarfalla
Regalo copy

Una è piccola, l'altra media e questa è grande

ADEMECUM DEL PARROCCHIANO
2019
E' stata una bellissima idea quella di portare i grandi della scuola materna sul campanile. L'ha proposta la coordinatrice che l'ha fatta conoscere al sottoscritto il quale non ha esitato a dare il suo consenso e la disponibilità ad accompagnare lassù quella specialissima carovana di turisti.
Fatta un'ispezione, necessaria perchè ci si rendesse conto del percorso, sono stati informati i genitori ai quali, oltre che il consenso, è stata chiesta la collaborazione.
Così il 21 giugno (meravigliosa data che segna l'inizio dell'estate, però un po' troppo rovente) alle ore 14,00 è iniziata la salita delle ripide, ma protette scale del campanile che di piano in piano portano fino alla botola. Lì un genitore  prendeva i bambini ad uno ad uno e li deponeva sul pavimento della cella campanaria. Sopra la loro testolina, ammutolite prudentemente per l'occasione, le campane si lasciavano guardare a loro volta stupite da quella visita così speciale. Speciale sì. Da quando abitano lassù e precisamente dal 1922 non si ricordano d'aver sentito la voce argentina dei bambini e di essere state guardate da occhi così curiosi e meravigliati. 
Qualche bambino dava l'idea di essere un po' impaurito, ma per poco. Il coraggio di stare e di muoversi lassù glielo dava le presenza degli adulti e forse anche l'interiore soddisfazione di aver portato a termine un'avventura così particolare per la loro età.
Io li osservavo con attenzione. Volevo essere partecipe e testimone di tutti i sentimenti che andavano provando e dei commenti che andavano facendo. Da quelle bocche c'è sempre d'aspettarsi qualcosa di inatteso come, per esempio, quello che ho sentito da una bambina dopo avere lei  attentamente, con gli occhi all'insù, puntato lo sguardo ad ogni campana.
Rivolgendosi a me svela il frutto della sua osservazione dicendomi: “ Una è piccola, una è media e una è grande”.
Sono tre ordini di grandezza importanti per i bambini perchè  sono i primi di cui fanno esperienza divisi come sono nella scuola materna appunto in piccoli, medi e grandi.
Gradualmente verranno a capire che il piccolo, il medio ed il grande non è solo una questione di misura fisica, ma di ben altro. Diventare grandi significa sapere di più, capire di più, potere di più. Qualora questi bambini venissero educati a dovere secondo il pensiero di Colui che le campane la domenica ci convocano per ascoltarlo, scopriranno quest'altra classificazione:  “Chi vuol essere grande si deve fare piccolo”. La loro attuale giustificata fretta di diventare grandi, si trasformerà da grandi nel desiderio di farsi piccoli! E' il vero successo.
Il giorno dopo, d'intesa con il sagrestano, ho fatto suonare una campana alla volta perchè i piccoli sentissero il suono della piccola, i medi della media ed i grandi della grande. Poi ho voluto che suonassero tutte e tre perchè avessero l'idea del bel concerto che può nascere dal mettere insieme quello che ciascuno di noi è.
Ho dimenticato, ma sarebbe stato per il momento  troppo impegnativo, di far notare ai bambini  come  le vibrazioni si propaghino a lungo nell'aria. Più a lungo vibra il bronzo più pregiata è la campana. 
Le nostre sono fra queste.
Questa prolungata vibrazione dipende  da come è avvenuta  la fusione all'atto della loro nascita.  Se il metallo è stato  fuso a fuoco lento con un legno speciale e  per ore ed ore quella campana vibrerà più di un'altra che venisse  fusa  con una violenta fiamma caratteristica dei combustibili fossili.
Ne ho avuto una prova concreta  in una parrocchia dove m'è capitato effettivamente di  rifondere una campana.
Non resisto alla tentazione di accostare questo fuoco lento, ma duraturo ad un'educazione paziente, misurata, costante e all'eco perdurante di una Parola del cui destino racconta la vignetta presente nelle foto.
DON PIERPAOLO

Merenda al Conte Tacchia

Un incontro per caso...una chiacchierata...LA DISPONIBILITA'...un amore comune: i bambini e in particolar modo i bambini di Cussignacco!
I bambini della scuola dell'Infanzia "San Martino Vescovo" sono stati invitati a una super, ma proprio SUPER merenda offerta dai magnifici gestori de "Il Conte Tacchia".
I bambini sono stati accolti da uno staff sorridente e molto disponibile a rispondere ad ogni loro esigenza. Una giornata diversa, un'esperienza che sicuramente si ripeterà.
Grazie mille ancora
I bambini e le maestre!
IMG 20190620 WA0009IMG 20190620 WA0013IMG 20190620 WA0012IMG 20190620 WA0033IMG 20190620 WA0011
IMG 20190620 WA0019IMG 20190620 WA0022IMG 20190620 WA0036IMG 20190620 WA0030

IMG 20190620 WA0038
IMG 20190620 WA0039

IMG 20190620 WA0026IMG 20190620 WA0027
 
 
IMG 20190620 WA0018